Folklore e tradizione

Folklore e tradizione

La Pedemontana vicentina è un’area ricca di storia e di memorie. La dominazione veneziana ha garantito, dal 1404 al 1797, lunghi secoli di pace. Una stabilità che ha permesso la crescita di un forte senso di religiosità e il sedimentarsi di valori, esperienze e tradizioni. Negli ultimi decenni, a seguito di mutamenti sociali epocali, è sorto un forte bisogno di appartenenza: ad una storia, ad un paese, ad una comunità.
Questa esigenza è stato uno dei motivi propulsori della nascita di grandi eventi rievocativi. Thiene ricorda la concessione del mercato franco da dazi, il primo della provincia, concesso dalla Serenissima nell’ottobre del 1492.
Poiché il privilegio ha favorito la forte espansione commerciale della Terra di Thiene, viene rievocato con orgoglioso impegno durante i primi due week end di ottobre. 1000 i figuranti che animano la festa e il mercato rinascimentale europeo. A Marostica, si può assistere, alla famosa Partita a scacchi, con personaggi viventi in costume medioevale.
Le numerose, splendide dimore storiche sono spesso un palcoscenico ideale per eventi che rievocano il fasto di epoche lontane. Cene a tema si svolgono a Caldogno nell’omonima villa palladiana. I figuranti indossano i costumi copiati dagli affreschi delle pareti. La profonda religiosità del territorio si mostra nelle processioni durante le feste principali; ne è un esempio la festa della Quarta domenica di Quaresima a Zugliano. Si può ammirare un corteo con baldacchini e gonfaloni che si snoda nei campi attorno alla chiesetta di Santa Maria. Ancora feste religiose: a Carrè la festa della Madonna della Fratta il 1 maggio, a Marola di Chiuppano il 5 agosto per la Madonna del Sangue, a Zanè e a Lugo di Vicenza per la Vergine del Rosario. Da alcuni anni a Zugliano si svolge la rievocazione “L’arrivo della reliquia di S.Antonio”, che si effettua nei luoghi dove, nel 1656, avvenne la donazione di una preziosa reliquia del Santo di Padova. Per ricordare una promessa fatta alla Madonna durante la pestilenza del 1630, a Piovene Rocchette si realizza “Il Voto alla Madonna dell’Angelo”.
Il “Ritorno dal Bosco” è rievocato a Valdastico, la terza domenica di ottobre. A Caltrano sfila un corteo di contadini, boscaioli, carbonari, che scende, con le mandrie, dagli alpeggi dell’Altopiano e dalle malghe, ripercorrendo antiche mulattiere.
Al loro passaggio il sindaco dona, in segno di augurio, un grande campanaccio, la “cioca”. Al mondo rurale medioevale, è dedicata una manifestazione di Sarcedo “Il Giuramento di Bodo del 1284”, durante la quale servi e masnade, nella amena località di Bodo, promettono fedeltà ai signori del luogo. L’ultimo giorno di febbraio, in tutta la Pedemontana, si assiste alla “Notte dei fuochi”.
La contemporanea chiusura della pubblica illuminazione e l’accensione di falò nelle alture di ogni comune crea effetti spettacolari. Il Carnevale vanta antiche origini in tutto l’area e molte sono le feste e le sfilate proposte, ma è lo storico carnevale di Malo, con i suoi spassosi carri allegorici, uno dei più prestigiosi del Veneto. Anche l’autunno è un periodo ricco di eventi. In quasi tutti i paesi tra ottobre e novembre si svolgono le Feste del Ringraziamento collegate al mondo contadino. Particolarmente importante l’Antica Festa di San Martino, una delle più datate sagre popolari vicentine, che si svolge a Breganze a novembre. Appuntamento ricco di spettacoli, prevede anche una sfilata in costume.
Dicembre è un mese ricchissimo di tradizioni. In quasi tutti i paesi vengono allestiti originali presepi, alcuni con personaggi viventi. Recentemente è stata realizzata “La Strada dei Presepi”, che ci conduce a scoprire piccoli capolavori. Sono 20 gli itinerari, dei quali 6 nella Pedemontana. La vigilia di Natale, nel centro storico di Thiene, da secoli si celebra la venuta del Signore intonando la “Nina”, una canta di epoca medioevale. Il presepe di Laghi è davvero unico. Realizzato al centro di uno specchio d’acqua viene acceso la sera del 24 dicembre in occasione della manifestazione “Incanto di Natale” con relativo mercatino. Dal 2002, sempre a Thiene, si svolge, in due weekend ricchissimi di animazione, “Natale di Fiaba”, un evento interamente dedicato ai bambini.