Folklore - dall'Astico al Brenta

Folklore - dall'Astico al Brenta

La storia del territorio pedemontano, per quasi 400 anni legata alle vicende della Serenissima, è ricca di eventi e di tradizioni.
La stabilità sociale garantita da Venezia ha permesso il sedimentarsi di patrimoni comuni. Il territorio pedemontano con Venezia ha trovato stabilità, pace e ripresa economica, benessere testimoniato dalla crescente edificazione di dimore patrizie e nobiliari, tra cui Villa Godi Malinverni e Villa Piovene, oggi palcoscenico di eventi storici.
La profonda religiosità delle popolazioni della Pedemontana è visibile durante le processioni, o in occasione di ricorrenze significative come la Madonna del Rosario che si celebra la prima domenica di ottobre, a Mortisa di Lugo.
Ma anche le azioni del vivere quotidiano, come il ritorno delle mandrie dalla malghe di Caltrano verso le stalle della pianura, possono diventare momenti da rievocare.
Il loro passaggio è atteso anche dal Sindaco che regala ai contadini, in segno di buon auspicio, la “cioca”, un grande campanaccio.
Tanti i riti in tutte le stagioni: l’ultimo giorno di febbraio in tutta la Pedemontana si assiste alla Notte dei fuochi.
La contemporanea chiusura della pubblica illuminazione e l’accensione di falò nelle alture di ogni comune perpetua l’antica tradizione del brusar marzo che a Lusiana si ripete per tutto il mese.
Il mondo contadino è particolarmente ricco di tradizionali sagre, che si svolgono soprattutto nel periodo autunnale, come le feste del Ringraziamento.
Occasioni durante le quali la gente indossa vestiti d’epoca (di inizio ‘900), gli uomini con il tabarro nero e le donne con scuri abiti impreziositi da scialli lavorati a mano.
Molto partecipata la festa di San Martino che si svolge a Breganze.
Fanno parte della tradizione anche i personaggi mitici, i salbanei, le anguane e gli orchi, le cui avventure venivano raccontate nelle stalle durante i lunghi filò invernali.
Ora li possiamo vedere trasformati in originali statuine realizzate a cura dell’Associazione Pedemontane.vi turismo e acquistabili durante le manifestazioni promosse o curate dall’Associazione.